Une minute vin publicité

BORGOVINO à

 - BORGOVINO à

Suvereto Italia

Il Comune di Suvereto in Toscana celebra “Borgovino, l’eccellenza in degustazione”. Un evento dedicato al vino per festeggiare ll riconoscimento DOCG Suvereto.


05

Juin

2013

Italia, Toscana, Suvereto

BORGOVINO , L’ECCELLENZA IN DEGUSTAZIONE


 

Il Comune di Suvereto celebra il suo territorio con la I edizione di “Borgovino, l’eccellenza in degustazione”. 

Un evento dedicato al vino e alle straordinarie etichette prodotte in questi luoghi, per festeggiare ll riconoscimento DOCG Suvereto.

 

 Sabato 8 giugno 2013 nello splendido borgo di Suvereto (LI), si tiene la prima edizione di “Borgovino: L’eccellenza in degustazione, manifestazione ideata dal Comune di Suvereto in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino e l’iniziativa della Provincia di Livorno Maggio di Vino, con l’intento di promuovere le etichette di questa zona della Val Di Cornia, che ha ottenuto nel 2011 l‘atteso riconoscimento della DOCG.  La Suvereto DOCG è ritenuta fra le più interessanti e dinamiche realtà emergenti della costa toscana.

 

Moltigli appuntamenti per celebrare le produzioni protagoniste del territorio e della Suvereto DOCG. Dalle ore 10.30 alle 18:30 presso la Sala Grande del Palazzo del Ghibellino, cuore del centro storico, si svolgeranno le degustazioni dei vini di Suvereto in uscita nel 2013, guidate dall’OIV International MSC in Wine Management, Eric Morlot, francese di origine e profondo conoscitore della realtà vitivinicola italiana e in particolare toscana.

 

A conclusione della giornata alle ore 19.00 presso il Palazzo Comunale, si svolgerà la cerimonia “Benvenuta DOCG!”. Per festeggiare il primo anno di questo riconoscimento, le prime etichette DOCG verranno presentate e poste nella preziosa vetrina storica del Palazzo, che negli anni a venire rappresenterà e racconterà la storia della DOCG Suvereto, così gli appassionati potranno seguire tutti passi ,dalla nascita in poi, di questi vini.

 

La DOCG Suvereto, fiore all’occhiello della DOC Val di Cornia, di cui è da anni, la sottozona più conosciuta, presenta sul suo territorio cantine molto note insieme a realtà emergenti condotte da giovani imprenditori provenienti da varie parti d’Italia, che hanno scelto questa terra per cimentarsi con coraggio nella produzione di vini, coniugando l’alta qualità alla ricerca del prodotto naturale.

 

Suvereto, splendido borgo medioevale, è incastonato sulle pendici delle colline che dominano il mare e la Costa degli Etruschi. Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, racchiude, dentro le sue antiche mura, vicoli lastricati su cui si affacciano case di pietra, palazzi storici, chiese di grande suggestione e chiostri ombrosi. Tutt’intorno, densi boschi di sughere – da cui ha origine il nome “Suvereto” – querce e macchia mediterranea degradano verso il mare.

La campagna circostante è un fiorire di vigne e ulivi secolari che, attraversati dalla Strada del Vino Costa degli Etruschi, hanno portato Suvereto a essere uno dei paesi più apprezzati e noti dal punto di vista enogastronomico: prodotti tipici e piatti di una grande e ricca tradizione culinaria, dove la storia livornese s’intreccia con quella maremmana.

Paola Marconato – E mail: info@paolinicomunicazione.it – Tel. 340.7683782

PRIMA EDIZIONE “BORGOVINO”

 

PROGRAMMA, SABATO 08 GIUGNO 2013

Sala Grande del Ghibellino, Centro storico

ORE 10.30 / 13.00 – 

Prima parte della degustazione guidata dall’OIV International MSC Wine Management Eric Morlot.

A cura dell’Associazione Nazionale Città del Vino e CI.VIN.

 

ORE 16.00 / 18.30 – Seconda parte della degustazione Eccellenze Mostra Chianti 2013, guidata dall’OIV International MSC Wine Management Eric Morlot.

A cura dell’Associazione Nazionale Città del Vino e CI.VIN.

Palazzo Comunale, Piazza dei Giudici 3

ORE 19 – “Benvenuta DOCG!” Per festeggiare il primo anno del riconoscimento della Suvereto DOCG, le prime etichette con questa denominazione saranno sigillate in una teca che, negli anni a venire, racconterà la storia della DOCG Suvereto.

ERIC MORLOT, BIOGRAFIA

Eric, per gli amici “100% Morlot”, è di origine francese ma ha una grande passione per la Toscana e i suoi vini.  È stato uno dei primi in Francia, ad avere importato i più prestigiosi vini di tutto il mondo come Gaja, La Spinetta, Voerzio, Tua Rita, Castello di Ama per l’Italia; Vega Sicilia, Pingus per la Spagna; Ridge, Kistler, Sine Qua Non per gli USA e molti altri paesi come Israele, e India.Per dodici anni è stato direttore commerciale e socio della Vins du Monde, prima di decidere di trasferirsi a vivere in Toscana, dove, con sua moglie Antonella, ha creato una nuova società, la Mondivino, che ruota soprattutto intorno all’export di vini toscani, alla promozione di nuove cantine all’estero ed all’enoturismo. 

Eric inoltre va alla ricerc
a di nuove cantine talentuose con lo scopo di proporle a livello internazionale con un’immagine del tutto rinnovata.È stata proprio la sua passione per il vino che l’ha spinto ad abbandonare le vesti di top manager per dedicarsi totalmente a questo mondo. 

Per un anno e mezzo ha viaggiato con l’obiettivo di carpire i segreti di vigneti in venticinque paesi diversi, conseguendo così il Master internazionale dell’OIV (Office Internationale de la Vigne et du Vin).  Ha partecipato di recente alla prima Master Class italiana curata dal rinomato istituto inglese Master of Wine, superando le prove di ammissione. Ha collaborato per anni con grandi sommelier, tra cui Olivier Poussier (Miglior Sommelier del Mondo) ed Enrico Bernardo (Miglior Sommelier del Mondo italiano). Tra i suoi clienti più importanti figurano i trenta ristoranti Tre Stelle Michelin al mondo (Alain Ducasse, Enoteca Pinchiorri, El Bulli). 

 

QUALIFICHE

– Master of Science in Wine Management (Office Internationnal de la Vigne et du Vin).

– Enofilo.